Bufera INVALSI. Scontro tra un dirigente e USB su sciopero. Ministro Carrozza su presunta discriminazione disabili promette inchiesta interna

di redazione
ipsef

red – Oggi i tre giorni delle prove Invalsi chiudono i battenti con la prova sostenuta dalle scuole superiori. A Ferrara un Dirigente viene accusato di attività anti sindacale dall’USB. FISH chiede chiarimenti su INVALSI e disabili

red – Oggi i tre giorni delle prove Invalsi chiudono i battenti con la prova sostenuta dalle scuole superiori. A Ferrara un Dirigente viene accusato di attività anti sindacale dall’USB. FISH chiede chiarimenti su INVALSI e disabili

Infatti, a seguito dello sciopero dei sindacati di base, il Dirigente in questione ha tenuto a casa tutte le classi II e III medie, dal momento che si attendeva una forte adesione da parte degli insegnanti. Ciò al fine di consentire la corretta somministrazione delle prove facendo fronte alla carenza di docenti.

"E’ un comportamento a nostro avviso lesivo del diritto allo studio, – ha affermato Antonio Ferrucci, coordinatore provinciale scuola Usb – abbiamo chiesto un chiarimento all’Ufficio scolastico provinciale e stiamo valutando eventuali iniziative legali"

"Sono convinto di aver agito nei limiti della norma, – ha risposto il Dirigente – nella situazione che si andava profilando con lo sciopero era l’unica strada possibile per evitare giri a vuoto a famiglie e studenti, e svolgere le prove Invalsi che, è bene ricordarlo, sono state inserite nell’attività ordinaria delle scuole da una legge nazionale".

Nel frattempo, numerose sono state le lamentele circa le indicazioni date dall’Invalsi per la somministrazione delle prove relative agli alunni diversamente abili.

Docenti e genitori di studenti con bisogni educativi speciali hanno avviato una raccolta firme denunciando che i quiz Invalsi sospendono i più elementari diritti di integrazione scolastica. 

Ieri, oltre ad un messaggio pubblicato da una studentessa che lamentava di doversi allontanare dalla propria classe e svolgere altrove la prova, si è aggiunto il comunicato della FISH che denuncia un comportamento discriminatorio nei confronti degli alunni disabili perché "esclusi dalla media statistica dei risultati delle prove", chiedendo un chiarimento al Ministro.

Quest’ultimo, da Bruxelles, risponde: ”devo far partire un’inchiesta interna per capire dove sono questi fatti” e ricorda di ”aver lavorato molto in questo campo”, promettendo quindi ”particolare cura sul tema delle persone disabili per approfondire questo tema”. Il ministro non si sbilancia ma fa già sapere che ”se si tratta di una questione normativa è più facile intervenire”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione