Bucalo (Fratelli d’Italia) attacca: “Da Bianchi solo parole. Gli stipendi restano fra i più bassi d’Europa. E chi dovrà tornare per Natale in Sicilia avrà costi spropositati”

WhatsApp
Telegram

“Nessun rinnovo contrattuale da ben 5 anni per i docenti e il personale ATA della scuola italiana, ultimi per compenso tra i colleghi dell’Europa occidentale. ‘Cenerentole’ del mondo della scuola, visto che i dirigenti scolastici guadagnano il doppio rispetto a un maestro o un professore – e sia chiaro che non è troppo quanto percepito dai dirigenti, ma è pochissimo quello incassato dal restante personale scolastico – non sanno più a che ‘ministro votarsi'”.

Lo dice Ella Bucalo , deputato di Fratelli d’Italia, responsabile del Dipartimento Scuola

Eppure, tra questi politici a capo dell’Istruzione, gli ultimi due avevano garantito il sospirato aumento dello stipendio. Dopo Azzolina, l’attuale ministro Bianchi, a fine settembre, aveva garantito che si sarebbe fatto ‘portatore della dignita’ di tutta la Scuola’, ma solo a parole: nei fatti non ha portato nulla di nuovo nelle tasche di docenti e ATA“, prosegue la deputata.

Una carenza che adesso, in prossimità del Natale, si fa ancora più dura per alcuni tra loro. Già perchè tra quelli lontani da casa, i siciliani sono tra le categorie (lavoratori e studenti) che più di ogni altra patiranno la piaga del ‘caro voli’. Quei costi spropositati per tornare in famiglia, in Sicilia, durante le feste natalizie peseranno sulle loro già scarse finanze al punto tale che molti saranno costretti a rinunciarvi. Natale con i tuoi …ma solo se non sei siciliano“.

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA