Bucalo (FdI): necessari più collaboratori scolastici, sicurezza per alunni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Carmela Ella Bucalo, deputato di Fratelli d’Italia, dopo la tragedia accaduta a Milano con la morte del bimbo precipitato a scuola, scrive la sua riflessione su Facebook.

Non posso capire lo strazio di una madre che perde tragicamente un figlio, ma da donna, posso esserle vicina e piangere insieme al lei…
Da politico che però ha lavorato nella scuola e che quindi conosce pregi e difetti di questa fondamentale Istituzione, è mio dovere continuare a spendermi perché i ragazzi, dopo le ore di lezioni, possano fare tranquillamente ritorno a casa. Non sto puntando il dito su nessuno, sia chiaro, ma purtroppo la morte a Milano di un bambino di sei anni, caduto dal terzo piano delle scale, è la dimostrazione che nelle nostre scuole c’è ancora tanto da fare in ottica sicurezza. Le inchieste e i processi – prosegue Bucalo – spero chiariscano presto cosa è successo, ma intanto bisogna intervenire perché non si può lasciare sulle spalle dei dirigenti tutto il peso della responsabilità“.

Ritengo sia necessario e urgente ammodernare le strutture, ma contemporaneamente è indispensabile fornire per ogni scuola personale preparato e soprattutto collaboratori scolastici. A tal proposito è indispensabile cambiare subito l’algoritmo che stabilisce l’organico del personale Ata, questi infatti, sono garanzia di assistenza e sicurezza per gli alunni. Risparmiare su figure professionali è un rischio enorme, pensiamoci adesso sig. ministro Fioramonti, prima che accadano altre tragedie…” conclude l’onorevole.

Il bambino, ricordiamo, è morto ieri a seguito dei traumi riportati nella caduta a scuola.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione