Bucalo (FdI): immissioni in ruolo da graduatorie 2016 e 2018, corso telematico abilitante con titoli

Stampa

La scuola in mano a questo governo è come una scialuppa in balia del mare in burrasca. L’infelice decisione del ministro Azzolina e il seguente annuncio del presidente Conte, sulla volontà di assumere docenti solamente dopo aver espletato concorsi pubblici, sta avendo un effetto boomerang.

“L’assenza di un dibattito democratico, di un confronto politico o meglio ancora di un contraddittorio con le parti sociali, come più volte evidenziato da Fratelli d’Italia, ha provocato nelle ultime ore anche nella maggioranza una profonda spaccatura.

Con la perdurante emergenza sanitaria è impossibile programmare un’attività concorsuale per 60 mila docenti, il ministro se ne faccia una ragione, invertire la rotta a volte è più semplice e sensato.

Occorre pianificare l’immissione in ruolo dalle graduatorie 2016 e 2018 e per i posti vacanti, previo corso telematico abilitante con integrazione di titoli, stabilizzare anche coloro con più di 36 mesi di servizio. Il gruppo di Fratelli d’Italia è da subito disponibile ad appoggiare questa soluzione”.

Così l’onorevole Ella Bucalo, responsabile del dipartimento scuola di Fratelli d’Italia.

Concorso straordinario, è scontro politico: PD, LeU e Lega contro pubblicazione bando

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur