Bucalo (FDI) attacca il Governo: “1 miliardo di euro per il reddito di cittadinanza mentre i precari attendono la stabilizzazione”

WhatsApp
Telegram

Duro attacco della responsabile scuola di Fratelli d’Italia, Ella Bucalo, che per evidenziare le mancanze dell’esecutivo in merito alla stabilizzazione dei precari, tira in ballo il reddito di cittadinanza.

Equità, logica, obiettivi mirati: se solo il governo facesse proprio il significato di questi termini non arriveremmo ad avere coloro che percepiscono il Reddito di cittadinanza senza averne titoli e requisiti, mentre i precari della scuola rimangono appesi alla speranza di una stabilizzazione che slitta sempre”, tuona Carmela Ella Bucalo.

La parlamentare della forza politica guidata da Giorgia Meloni insiste: “E’ troppo, chiedere che il governo che ha rifinanziato con un miliardo di euro il reddito di cittadinanza, rivolga uguale attenzione anche al mondo della scuola? Il parassitismo prolifica e gode, la scuola langue e paga”.

Docenti precari, dalla prima fascia delle Gps al massimo poco più di 18 mila assunzioni

Ricordiamo che c’è grande attesa per gli emendamenti che le forze politiche presenteranno per modificare il testo molto contestato, specialmente sulla questione relativa alla fase transitoria dedicata ai docenti precari.

Al momento, infatti, a struttura del decreto sostegni bis, per quanto concerne l’assunzione degli insegnanti precari, prevede un percorso transitorio per chi si trova nelle Gps di prima fascia e abbia maturato almeno 36 mesi di servizio come supplente. A settembre questi docenti verrebbero assunti per un anno con contratto a tempo determinato e inizierebbero un anno di prova e formazione, con prova finale con commissione esterna.

Un modello che non trova condivisione nemmeno da Fratelli d’Italia, pertanto.

Il testo del decreto sostegni bis sarà arricchito da ben 9 decreti ministeriali per la definizione dei nuovi bandi a partire dal concorso veloce per le materie scientifiche Stem e quello per i posti a tempo determinato per le supplenze. 

Precari e reclutamento, ben 9 decreti attuativi per il sostegni bis. Ma prima si punta tutto sugli emendamenti

Tale attuale struttura, non garantirebbe la copertura totale dei posti disponibili: il Piano Bianchi, infatti, non potrà coprire tutte le cattdre vacanti, determinando ancora una grave situazione di supplentite per l’anno scolastico 2021/22, che risulterebbe attutita ma non abbattuta. Alla fine dei conti, dovrebbero restare scoperti circa 35 mila posti, come abbiamo spiegato in precedenza.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO