Brindisi, falso allarme bomba alla Morvillo-Falcone nel giorno del ricordo di Melissa Bassi

WhatsApp
Telegram

Momenti di paura ieri sera, 20 maggio, presso l’Istituto Morvillo-Falcone di Brindisi, dove è scattato un allarme bomba proprio nel giorno in cui si commemorava Melissa Bassi, la giovane studentessa tragicamente scomparsa dodici anni fa a causa di un attentato nello stesso luogo.

Come riportato dal Corriere della Sera, l’allarme è stato innescato dalla segnalazione di una valigia abbandonata nei pressi dell’istituto. Sul posto sono prontamente intervenuti gli agenti della sezione Volanti e gli artificieri, che hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area. Fortunatamente, dopo un’attenta ispezione, si è appurato che la valigia conteneva solo vestiti e che si trattava quindi di un falso allarme.

L’episodio ha destato grande preoccupazione, soprattutto perché avvenuto nel giorno in cui si ricordava Melissa Bassi, la sedicenne rimasta uccisa nell’esplosione di un ordigno il 19 maggio 2012, poco prima dell’inizio delle lezioni.

Secondo quanto riportato da BrindisiReport, è probabile che la valigia sia stata dimenticata da un passeggero in arrivo o in partenza dalla vicina fermata degli autobus. Resta da chiarire se si sia trattato di un semplice errore o di uno scherzo di cattivo gusto.

L’accaduto ha inevitabilmente riaperto vecchie ferite e riportato alla mente il dolore per la perdita di Melissa, la cui memoria è stata onorata con una cerimonia commemorativa proprio ieri.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri