Brignone (Possibile): Bussetti annuncia zero fondi, solito cambianiente del governo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Per il ministro dell’Istruzione Bussetti non servono altri fondi per la scuola, va tutto bene così: sostiene che bisogna ‘scaldarsi con la legna che si ha’

Peccato che 20 anni di riforme scellerate hanno prosciugato le risorse destinate alla scuola pubblica statale: per usare la sua metafora, la legna è finita da un pezzo. Il governo ha fatto tante promesse e ora vuole lasciare tutto così com’è, nel segno del solito ‘cambianiente'”. Lo dichiara la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, rilanciando la battaglia intrapresa dalla campagna del suo partito ‘Alla base la scuola’, coordinata da Eulalia Grillo.

“Un investimento significativo sulla scuola – aggiunge Brignone – è necessario, non solo possibile, favorendo le borse di studio agli studenti in difficoltà economica e l’acquisto dei libri scolastici nella scuola dell’obbligo, come stanno facendo in Spagna. Servono poi il contrasto alla dispersione scolastica, l’adeguamento degli edifici e l’aumento a standard europei del salario per il personale scolastico. Le risorse si possono reperire con pochi accorgimenti, partendo dalla destinazione alla scuola pubblica statale l’inoptato dell’8 per mille e dando i 500 milioni di euro annualmente dati alle scuole paritarie”.

Bussetti: no fondi in più, “ci si riscalda con la legna che si ha”. E’ polemica

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione