Brignone (Europa Verde): con nuova ed. civica si toglie e non si aggiunge

Stampa

“La proposta sul ritorno dell’educazione civica votata ieri in Aula è propaganda di bassa lega: l’educazione civica esiste già nelle nostre aule, è l’insegnamento di ‘Cittadinanza e Costituzione’ trasversale a tutte le discipline.

La proposta prevede il cambio del nome, struttura quanto già esiste in un’ora a settimana e obbliga al voto in pagella, senza però prevedere nessun costo e nessun investimento da parte dello Stato”.

Lo dichiara la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, candidata con Europa Verde alle Europee nella circoscrizione Italia centrale, rilanciando la campagna di Possibile ‘Alla base la Scuola’, coordinata da Eulalia Grillo.

“L’ora di educazione civica – aggiunge Brignone – non sarà in aggiunta al monte ore, ma in sottrazione alle ore di altre discipline: lo dicano chiaramente, i ministri Salvini e Bussetti, anziché raccontare bugie. La cosa incredibile, poi, è che l’insegnamento sarà  affidato non solo a docenti di diritto, ma a qualsiasi insegnante ne darà disponibilità. Questo governo continua a dar prova di incuria e ignoranza, a complicare, frammentare, aggiungere senza risorse e sempre a togliere, sempre in nome dell’ultimo slogan elettorale”.

Educazione civica: 33 ore annue, voto autonomo, insegnamento ai docenti di classe, tematiche. Tutte le info

Stampa

Concorso STEM Orale e TFA Sostegno? Preparati con CFIScuola