Bozze programmi del concorso d’autunno, dubbi sulla classe A033 Tecnologia nella scuola secondaria di I grado

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – La pubblicazione in anteprima delle bozze dei programmi da utilizzare per le prove del concorso 2012 ha suscitato, come prevedibile, molta curiosità e attenzione. Alcuni utenti ci segnalano in particolare che il programma presentato per la classe di concorso A033 avrebbe poca attinenza con i contenuti specifici dell’insegnamento di Tecnologie nelle scuole medie, e così formulato potrebbe essere affrontato solo dagli ingegneri, che hanno una preparazione più specialistica, rispetto ai docenti in possesso di altre lauree che pure permettono l’accesso a questa classe di concorso.

red – La pubblicazione in anteprima delle bozze dei programmi da utilizzare per le prove del concorso 2012 ha suscitato, come prevedibile, molta curiosità e attenzione. Alcuni utenti ci segnalano in particolare che il programma presentato per la classe di concorso A033 avrebbe poca attinenza con i contenuti specifici dell’insegnamento di Tecnologie nelle scuole medie, e così formulato potrebbe essere affrontato solo dagli ingegneri, che hanno una preparazione più specialistica, rispetto ai docenti in possesso di altre lauree che pure permettono l’accesso a questa classe di concorso.

Gerardo – "Nel ribadire che si tratta di bozze, e che potrebbe esserci anche stata una certa dose di confusione nella trasmissione dei dati al CNPI (facciamo notare infatti che lo stesso programma è inserito in coda a quello della classe di concorso C430), vi proponiamo le riflessioni dei docenti, con l’avvertenza che i documenti ufficiali saranno emanati dal Ministero insieme al bando.

E’facile notare che gli argomenti di studio riportati non sono parte del programma ministeriale di insegnamento delle scuole medie. Non solo gli argomenti inerenti ai programmi delle scuole medie sono veramente pochi, se non assenti del tutto, ma decisamente sbilanciati a favore dei laureati in ingegneria (chiunque può controllare i piani di studio della facoltà di ingegneria edile).

Il programma si riferisce soltanto ad argomenti relativi all’ingegneria edile che  non sono oggetto di studio nelle altre facoltà compatibili con la classe di insegnamento  A033 come: lauree in architettura; chimica industriale; chimica e tecnologia farmaceutiche;discipline nautiche; pianificazione territoriale e urbanistica;scienze agrarie tropicali e subtropicali;scienze forestali ed ambientali; scienze della produzione animale; scienze e tecnologie agrarie; scienze e tecnologie alimentari.

Poiché la classe di concorso in questione è aperta anche ai non ingegneri  e sopratutto, dato che i  programmi ministeriali di insegnamento di tale materia  prevedono argomenti vari che spaziano dall’edilizia all’agricoltura passando per l’ architettura, la chimica, la scienza dell’alimentazione, il programma del concorso così pensato non sembra essere congruo alla materia di insegnamento alla quale si riferisce e sembrerebbe limitare le possibilità di partecipare al concorso ai soli laureati in ingegneria.

Tale concorso invece dovrebbe dare  uguale possibilità a tutti coloro che per diritto posso accedervi , inoltre gli stessi test di ammissione dei recenti TFA mostravano programmi vari con argomenti equamente distribuiti fra tutte le Lauree ammesse all’insegnamento della tecnologa nelle scuole medie , classe di concorso A033 .

Nulla contro gli ingegneri, ma sicuramente tutto contro il Ministero, che sembra favorirli..

Il grado di preparazione di un insegnante di tecnologia alle scuole medie non è questo. Se fosse così dovrebbero far accedere solo gli ingeneri.

Da più parti si sente dire che, se lo scopo di un concorso è quello di selezionare i più meritevoli, nel momento in cui tale selezione viene effettuata in modo errato, il fine stesso della selezione viene tradito

Ricordiamo che per ora si tratta solo di bozze e che ancora saranno oggetto di ulteriori revisioni. Invito le persone interessate a fare considerazioni in merito e ad agire affinché s’intervenga tempestivamente"

 

Carla – Gentile redazione, Ancora vi scrivo, sempre per la povera classe A033. Oggi ho aperto con trepidazione la pagina con il programma da studiare per scritto e orale del concorso. E di nuovo, sono rimasta allibita e scioccata. Di nuovo, come per lo scritto del Tfa di Torino, il programma è SOLO riguardante costruzioni edili. Insegno Tecnologia da 10 anni ed evidentemente devo essere confusa perché in classe si insegnano molte altre cose, non solo e non sempre costruzioni, e di sicuro non ai livelli universitari prospettati nel programma.
 
Lo studio dei materiali di uso quotidiano, compresa la loro gestione come rifiuti, l’educazione alimentare, le fonti energetiche e lo sviluppo sostenibile, solo per citarne alcuni, sono argomenti trattati ogni anno in classe e nel programma del Concorso palesemente ignorate.
 
Non è che il caro Ministro si è sbagliato ed ha pubblicato il programma di Tecnologia delle Costruzioni al posto di Tecnologia nelle Medie? È l’unica ipotesi logica che riesco a formulare. Le altre sono molto più strampalate! Tipo che forse si vogliono abilitare solo Architetti e Ingegneri, e che gli altri si arrangino. 
 
Ho sfogliato il programma della A060 e mi sembra che riguardi ciò che effettivamente viene insegnato nelle classi. Perché la A033 invece deve essere diversa? Perché richiedere ai candidati cose che non vengono dagli stessi insegnate?
 
Non mi resta che sperare che il CNPI apporti le giuste correzioni.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia