Bozza decreto riapertura graduatorie ad esaurimento: dove sono gli accordi Miur-Regione?

di Lalla
ipsef

USB P.I. Palermo Coordinamento Scuola – Dalla lettura delle varie sintesi della "bozza del decreto di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento" non sembra comparire alcun riferimento ai lavoratori della scuola che negli anni scolastici 2009/2010 e 2010/2011 hanno lavorato in base agli accordi Miur-Regione e che solo grazie a questi (essendo fuori dal salva-precari, ammazza-precari?) possono maturare i punti di servizio relativi al biennio 2009-2011.

USB P.I. Palermo Coordinamento Scuola – Dalla lettura delle varie sintesi della "bozza del decreto di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento" non sembra comparire alcun riferimento ai lavoratori della scuola che negli anni scolastici 2009/2010 e 2010/2011 hanno lavorato in base agli accordi Miur-Regione e che solo grazie a questi (essendo fuori dal salva-precari, ammazza-precari?) possono maturare i punti di servizio relativi al biennio 2009-2011.

Non vorremmo che nel caos governativo tra pettine e non-pettine, trasferimento e congelamento, nonchè nella pantomima sindacale concertativa pronta a rivendicare "ora" immissioni in ruolo dopo aver consentito a questo governo di abbattere la scuola pubblica statale, siano stati dimenticati centinaia di lavoratori della scuola che, a causa della mannaia rigorista del Ministro Tremonti, sono riusciti ad entrare in una scuola solo in base agli accordi Miur-Regione, anche se con estremo ritardo a causa della scandalosa gestione degli stessi da parte delle regioni e con contratti para-subordinati a progetto o di prestazione d’opera.

Noi dell’USB Scuola Palermo siamo stati gli unici a seguire il calvario di questi lavoratori pluriabilitati costretti, dopo anni di contratti a tempo determinato, a questa nuova forma di "precarietà scolastica". Di conseguenza chiediamo con forza al Miur che ai suddetti lavoratori, che nel biennio 2009-2011 hanno lavorato in virtù dei "progetti por", siano assegnati i 24 punti spettanti per i due anni di servizio senza procedere con "bizzarre" tabelle di valutazione dei punteggi che creerebbero solo caos ed ulteriori discriminazioni.

Versione stampabile
anief
soloformazione