Boschi (Italia Viva): “Le scuole devono rimanere aperte. Didattica in presenza fino alla terza media è buon compromesso”

Stampa

“Sicuramente non è mai venuta meno la  fiducia nel governo e nel premier Giuseppe Conte, ma come IV avevamo  espresso qualche critica sul Dpcm” varato il 24 ottobre, “che non ci ha convinto del tutto, lo abbiamo detto in trasparenza, in Parlamento  ma anche nelle riunioni preparatorie e forse il fatto che si debba tornare ora con un nuovo Dpcm mostra che dopotutto non avevamo tutti i torti”.

Lo dice la capogruppo di Italia Viva alla Camera Maria Elena Boschi, ospite de ‘L’Aria che tira’ su LA7, precisando che ora occorre “sostenere il governo in un momento così complesso”.

L’ex ministra ritorna poi sulla necessità di “tenere aperte le scuole, come avviene in altri paesi europei”. Su questo, “sicuramente una  differenziazione va fatta sull’indice di contagio, in regioni con un indice più alto vanno assunte misure diverse, ma nelle regioni in cui  è possibile tenerle aperte” è “giusto farlo” e “oggi credo che si  confermi” la didattica in presenza “fino alla terza media, un buon  risultato”.

Boschi invita poi a “lavorare sin da ora sui vaccini” che verranno, “come distribuirlo va definito sin da ora, per non ripetere  gli stessi errori che abbiamo visto con i tamponi: cerchiamo di migliorare”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia