Borse studio universitarie Emilia Romgna, Paglia (SI): si intervenga immediatamente

Stampa

comunicato Sinistra Italiana – L’Emilia Romagna era una regione famosa per garantire la copertura pressoché totale delle borse di studio universitarie.

Quest’anno invece a beneficiarne sarà l’85% degli aventi diritto – peraltro con un cospicuo abbassamento dell’importo medio che da 3305 cala a 3170 euro – e ciò vuol dire che 3147 studenti su tutto il territorio regionale saranno tagliati fuori pur avendo i requisiti.

Lo afferma l’On. Giovanni Paglia, della segreteria nazionale di Sinistra Italiana ed esponente di Liberi e Uguali con Pietro Grasso, che già nella giornata di ieri ha inoltrato un’interrogazione urgente ai ministri Fedeli e Padoan, dato il pessimo ruolo svolto dai ministeri coinvolti (Economia e Finanze e Istruzione) nella vicenda tra ritardi nella pubblicazione dei decreti e mancato riparto dei fondi nei tempi indicati dalla Legge di Stabilità 2017.

Al di là delle responsabilità che si rimpallano tra Governo e Regione, emerge un dato: il diritto allo studio, la gratuità dei saperi – lungi dall’essere garantiti a tutti e tutte – subiscono un duro colpo, l’ennesimo.

Siamo con gli studenti e le studentesse e pretendiamo la risoluzione del problema in tempo per le vacanze natalizie.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur