Borse di studio universitari Emilia Romagna, Paglia (SI): interrogazione ai ministri Fedeli e Padoan

Stampa

L’onorevole Giovanni Paglia (SI) ha presentato un’interrogazione ai ministri Padoan e Fedeli sul mancato pagamento delle borse di studio agli studenti universitari in Emilia Romagna.

Testo Interrogazione al ministro dell’Istruzione e dell’Economia e delle Finanze

Premesso che

Il decreto interministeriale Miur-Mef sulla definizione dei Fabbisogni Finanziari Regionali per l’erogazione delle borse di studio universitarie risulta essere stato pubblicato con estremo ritardo – rispetto ai tempi previsti dalla Legge di Bilancio 2017 – con l’esito del mancato riparto effettivo delle risorse che gli Enti regionali per il diritto allo studio avrebbero dovuto mettere a bilancio per l’anno in corso;

Come specificato in un comunicato nazionale dell’Udu-Unione degli Universitari del 14 dicembre, questo colpevole ritardo ha provocato grossi problemi in alcune regioni e, soprattutto, ha obbligato alcune università ad anticipare le somme necessarie a coprire tutte le borse, con evidenti disagi per la popolazione studentesca;

Questo combinato disposto si ripercuote particolarmente in Emilia Romagna lì dove – all’uscita delle graduatorie pre-definitive da parte di Er.Go – si apprende la notizia dell’attuale non disponibilità delle risorse per la copertura totale delle borse di studio, come denunciato da un comunicato di Link Bologna-Studenti Indipendenti, a causa delle negligenze dei ministeri dei coinvolti nonché della Regione Emilia Romagna che “non ha garantito a bilancio le risorse necessarie” e che giustamente si richiama ad agire con urgenza in questo senso;

Appare veramente paradossale come migliaia di studenti frequentanti le università emiliano-romagnole debbano ancora convivere con l’incertezza circa la loro situazione – giunti ormai alle vacanze natalizie – quando è da settembre che anticipano di tasca propria affitti, vitto e libri senza potere contare sulla borsa di studio cui pure avrebbero diritto;

Chiede

Come sia possibile che i due ministeri interrogati non abbiano rispettato le scadenze (marzo 2017 per l’emanazione del decreto in oggetto e settembre 2017 per l’erogazione delle risorse da parte del MIUR in base al decreto), coordinandosi tra loro, arrecando un grave danno a migliaia di studentesse e studenti su tutto il territorio nazionale e in particolare in Emilia Romagna.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur