Borse di studio. Intercultura, apre il nuovo bando di concorso: 2.000 i posti per 65 Paesi del mondo e migliaia di borse di studio

Stampa

E’ online da oggi il nuovo sito di Intercultura (www.intercultura.it), e con esso, aperto fino al 10 novembre, il nuovo bando di concorso per i programmi all'estero 2017-18. 

E’ online da oggi il nuovo sito di Intercultura (www.intercultura.it), e con esso, aperto fino al 10 novembre, il nuovo bando di concorso per i programmi all'estero 2017-18. 

Oltre 2.000 i posti a disposizione per 65 Paesi di tutto il mondo, riservati agli studenti che frequentano una scuola media superiore, nati tra il 1 luglio 1999 e il 31 agosto 2002. 

Anche nel prossimo anno scolastico gli studenti delle scuole superiori italiane potranno concorrere per più di 1.400 borse di studio totali o parziali (nel 2015-2016 le borse assegnate sono state 1.511.). 

 Circa la metà provengono dall’apposito fondo di Intercultura e sono già disponibili nel bando pubblicato online per consentire la partecipazione ai programmi degli studenti più meritevoli e bisognosi di sostegno economico (si va dalle borse totali che coprono il 100% della quota di partecipazione, a quelle parziali che coprono una percentuale variabile tra il 20% e il 60% della stessa). 

A queste se ne aggiungono le altre centinaia, tra borse di studio totali e contributi sponsorizzati, grazie alla collaborazione tra la Fondazione Intercultura e diverse aziende, banche, fondazioni ed enti locali. L’elenco, già online con le prime Borse disponibili, viene continuamente aggiornato nei mesi di settembre e ottobre sul sito alla pagina http://www.intercultura.it/borse-di-studio-offerte-da-sponsor). 

Sono già consultabili sul sito i bandi per concorrere alle borse offerte da: ARCA Fondi S.p.A. Società di Gestione del Risparmio; Aretè & Cocchi Technology; Carl Zeiss AG; Compagnia di San Paolo; Comune di Almese; Confartigianato Imprese Bergamo; Consiglio regionale della Valle d'Aosta; Credito Cooperativo Reggiano; Fondazione ASM, Fondazione Banca Popolare di Bergamo; Fondazione Cariparma; Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano; Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo; Fondazione Credito Bergamasco; Fondazione Guelpa; Fondazione Manodori; Gruppo Unipol; Impresa Pizzarotti & C. S.p.A.; In memoria di Jože Lavrenčič e Olga Premrl; In memoria di Santina Rosa Tomasi; Marina Pallaver; Michele Di Grande in memoria di Carla Andreini; Sacbo; Società di Mutuo Soccorso Isaia Levi, Thales Alenia Space Italia Spa; UBI Banca, Unindustria Como, Unindustria Treviso.

Per gli studenti che frequentano all'estero l'intero anno scolastico, la normativa scolastica italiana riconosce la possibilità di accedere alla classe successiva senza ripetere l’anno. Il Ministero dell’Istruzione ha chiarito in una recente nota (843/2013) che le esperienze di studio all’estero sono “parte integrante dei percorsi di formazione e di istruzione” e che sono “valide per la riammissione nell’istituto di provenienza". (www.intercultura.it/normativa) 

Stampa

Aggiornamento Ata: Puoi migliorare il tuo punteggio in tempi rapidi: corso di dattilografia a soli 99 euro. Contatta Eurosofia