Borse di studio agli studenti meritevoli: ecco il piano del governo per sostenere i più bravi e con meno possibilità economiche

WhatsApp
Telegram

Sostenere gli studenti economicamente svantaggiati ma meritevoli è il nuovo obiettivo del Governo Italiano. La Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha annunciato un ambizioso programma di borse di studio che punta a contrastare la dispersione scolastica, garantendo un futuro più equo per gli studenti.

L’iniziativa coinvolge studenti dai 13 anni in su e potrebbe partire già dal prossimo anno scolastico. “Il merito è l’unico modo per rompere gli schemi di potere che hanno devastato questa nazione”, ha dichiarato Meloni durante l’ultima puntata di “Dritto e rovescio” su Retequattro. Con queste parole, la presidente ha messo in luce l’importanza del merito come fattore di equità e crescita.

Finora, le borse di studio sono state erogate dagli enti locali su base regionale, con criteri diversi per ogni entità periferica. Il nuovo piano propone un approccio unificato, introducendo finanziamenti nazionali concessi dallo Stato. L’intervento è parte della strategia per combattere la dispersione scolastica, fenomeno che nel 2021 ha colpito il 12% dei giovani italiani tra 18 e 24 anni, secondo i dati Eurostat. Il divario regionale rappresenta un problema serio, con la Sicilia che segna un tasso di dispersione del 21%.

Come è noto il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara ha quindi varato l’Agenda Sud, uno stanziamento di 256 milioni di euro per potenziare l’offerta formativa nel Mezzogiorno, puntando su attività extrascolastiche come sport, musica e teatro.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto