Borsa di studio al ragazzo che vendeva merendine a scuola. Protestano i compagni: non è giusto

WhatsApp
Telegram

La fondazione Luigi Einaudi premia con una borsa di studio lo studente torinese sospeso per quindici giorni da scuola perché aveva organizzato un commercio abusivo di merendine a scuola.

“La fondazione non vuole certo premiare una attività illegale, che condanniamo, ma lo spirito d’iniziativa imprenditoriale del giovane studente”, spiega il presidente della fondazione, Giuseppe Benedetto.

I compagni di scuola del giovane però non approvano ed hanno annunciato una manifestazione di protesta in concomitanza con la consegna a Roma della borsa di studio.

“Non è giusto premiare un comportamento illecito – dicono i compagni di scuola del giovane – non è un messaggio corretto nei confronti dei tanti studenti che si impegnano con merito e che rispettano le regole”.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022