L’e-book stenta a decollare anche nelle scuole americane

Stampa

Red – Come riportato dall’agenzia Dire, Il settimanale “Education Weeks” ha pubblicato un’indagine sul processo di affermazione del libro elettronico nelle scuole statunitensi.

I risultati sono deludenti: il 46% degli studenti dai 6 ai 17 anni intervistati ha dichiarato di aver letto un e-book ma solo a casa e non a scuola.

Il libro elettronico non è quindi ancora entrato nel sistema scolastico americano, nonostante l’offerta del mercato sia molto vasta.

Red – Come riportato dall’agenzia Dire, Il settimanale “Education Weeks” ha pubblicato un’indagine sul processo di affermazione del libro elettronico nelle scuole statunitensi.

I risultati sono deludenti: il 46% degli studenti dai 6 ai 17 anni intervistati ha dichiarato di aver letto un e-book ma solo a casa e non a scuola.

Il libro elettronico non è quindi ancora entrato nel sistema scolastico americano, nonostante l’offerta del mercato sia molto vasta.

In altri Paesi come la Corea del Sud, il ministero della Scuola ha messo al bando tutti i libri cartacei per usare solo quelli in digitale.

In Italia l’80% dei lettori non ha ancora letto un e-book e il MIUR ha previsto una gradualità nel passaggio agli e-book solo dal prossimo anno scolastico e solo per alcune classi: la prima e la quarta della primaria, la prima della secondaria di primo grado e la prima e la terza del secondo grado. Il vincolo dell’adozione per almeno 5 anni dello stesso testo sará eliminato a partire dal prossimo anno ma resta confermato per il corrente.

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole