Bonus vista: 50 euro per occhiali o lenti a contatto, domande con ISEE fino a 10mila euro

WhatsApp
Telegram

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero della Salute con i criteri, le modalità e i termini di concessione ed erogazione del bonus vista da 50 euro.

La misura applica quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2021 che ha stanziato 15 mln per il triennio 2021-2023 per l’acquisto di occhiali da vista ovvero di lenti a contatto correttive

L’erogazione del contributo è gestita attraverso una applicazione web, accessibile previa autenticazione sul sito internet dedicato raggiungibile dal sito del Ministero della salute, che consente la registrazione dei richiedenti e l’accreditamento dei fornitori di occhiali da vista e/o lenti a contatto correttive.

Possono beneficiare del programma i membri di nuclei familiari con valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore ad euro 10.000,00 (diecimila/00) annui ai sensi del comma 438 della legge di bilancio 2021 (legge n. 178/2020), che a partire dal 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2023, hanno acquistato o acquisteranno occhiali da vista ovvero lenti a contatto correttive.

Il bonus vista può essere richiesto una sola volta, per ciascun membro del nucleo familiare con valore dell’ISEE non superiore ad euro 10.000,00 annui, per l’acquisto, effettuato nel triennio 2021-2023, di occhiali da vista ovvero lenti a contatto correttive

Per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023, i bonus vista sono emessi secondo l’ordine temporale di arrivo delle istanze fino ad esaurimento delle risorse annualmente disponibili, per gli acquisti effettuati in ognuno degli anni richiamati.

BONUS VISTA [PDF]

 

“Siamo orgogliosi che grazie all’impegno profuso da parte di Commissione Difesa Vista Onlus e di tutte le Associazioni coinvolte, dopo due anni di iter e richieste in Parlamento, è stato pubblicato il decreto attuativo del “Bonus Vista” per cui sarà finalmente possibile intervenire con incentivi concreti per le famiglie”. Afferma il Presidente di Commissione Difesa Vista Vittorio Tabacchi.

Poi aggiunge: “Sin dalla sua nascita, la nostra Associazione ha sempre operato con il principale obiettivo di sensibilizzare sull’importanza della prevenzione visiva e sulle buone pratiche di tutela e salute degli occhi di tutte le età. La pubblicazione del decreto è un risultato significativo non solo per il nostro settore, ma per tutto il Paese, laddove si riconosce a livello istituzionale che la prevenzione visiva è un elemento fondamentale di salute e benessere di tutta la popolazione”.

Si potranno accreditare sull’applicazione web a partire dal quarantacinquesimo giorno dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto. I soggetti accreditati verranno inseriti in un apposito elenco consultabile dai richiedenti e dai beneficiari attraverso l’applicazione web.

L’avvenuto inserimento nell’elenco implicherà l’obbligo, da parte dei centri ottici ad accettare i buoni e andrà ad alimentare l’importo che ciascun punto vendita si vedrà successivamente liquidato a seguito di richiesta presentata (entro e non oltre il 31 marzo 2024) secondo le linee guida che verranno pubblicate dal Ministero.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro