Bonus università private: detrazioni fiscali per chi sceglie un ateneo non statale

WhatsApp
Telegram

Il bonus università private è una misura introdotta per favorire l’accesso all’istruzione superiore privata. Consiste in una detrazione Irpef sulle spese di iscrizione, con importi variabili a seconda della disciplina scelta e dell’area geografica dell’ateneo.

Chi può accedere al bonus?

Il bonus è destinato a chi sostiene le spese di iscrizione, quindi generalmente i genitori dello studente o lo studente stesso se non è più a carico della famiglia. Per accedere al beneficio, è necessario avere un reddito complessivo non superiore a 240.000 euro. L’importo della detrazione è massimo per redditi fino a 120.000 euro e si riduce gradualmente fino ad azzerarsi per redditi superiori a 240.000 euro.

A quanto ammonta la detrazione?

L’importo della detrazione varia in base al settore scientifico disciplinare e all’area geografica dell’università:

  • Area medica: 3.900 euro (Nord), 3.100 euro (Centro), 2.900 euro (Sud e Isole)
  • Area sanitaria: 3.900 euro (Nord), 2.900 euro (Centro), 2.700 euro (Sud e Isole)
  • Area tecnico-scientifica: 3.700 euro (Nord), 2.900 euro (Centro), 2.600 euro (Sud e Isole)
  • Area umanistico-sociale: 3.200 euro (Nord), 2.800 euro (Centro), 2.500 euro (Sud e Isole)

Per dottorati, specializzazioni e master, l’importo varia solo in base all’area geografica: 3.900 euro (Nord), 3.100 euro (Centro), 2.900 euro (Sud e Isole).

Come ottenere il bonus?

La detrazione viene applicata in sede di dichiarazione dei redditi. È necessario conservare la documentazione relativa alle spese di iscrizione e indicare gli importi nella dichiarazione.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri