Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Bonus trasporti figlio maggiorenne, quali redditi si indicano?

WhatsApp
Telegram

Bonus trasporti, in casa di figlio maggiorenne, quali redditi si indicano? Vediamo cosa prevede la normativa.

Il Bonus trasporti, un voucher da 60 euro al mese, resterà in vigore fino al 31 dicembre 2023, grazie al rifinanziamento della misura. Rispondiamo alla domanda di una nostra lettrice circa il diritto al beneficio per il figlio maggiorenne:

Buongiorno
Il reddito di riferimento per il bonus in oggetto è quello della famiglia o del soggetto che lo chiede?
Figlio maggiorenne, studente, a carico della famiglia.
E nel caso alla domanda” sono a carico mio”
Cosa occorre rispondere?
Grazie

Bonus trasporti figlio maggiorenne

Il bonus trasporti prende sempre a riferimento il reddito del richiedente, anche quando a chiederlo è un genitore per il figlio minorenne: in questo caso il genitore, pur compilando la domanda, dovrà inserire il reddito del figlio.

Quando il bonus deve essere richiesto, invece, da un figlio maggiorenne, la domanda la presenterà direttamente il ragazzo o la ragazza, utilizzando le proprie credenziali di accesso. Non deve essere il genitore a compilare la domanda (o se lo fa deve farlo a nome del figlio, utilizzando le credenziali di quest’ultimo per accedere) ma il ragazzo stesso, anche se risulta ancora a carico fiscalmente. I redditi da indicare sono sempre solo quelli del richiedente e non dei genitori a cui è fiscalmente a carico.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: corso di formazione Eurosofia. Webinar di presentazione il 26 luglio ore 17.00