Bonus trasporti 60 euro: valido anche per docenti, Ata e studenti. Tetto reddito scende a 20mila euro

WhatsApp
Telegram

Il bonus trasporti di 60 euro viene rinnovato anche nel 2023. Tuttavia, la soglia del reddito necessario per poterne beneficiare scende da 35mila euro a 20mila euro.

Studenti e lavoratori, compresi docenti e ATA, possono richiedere il bonus, a patto che rientrino nei limiti reddituali previsti dal decreto carburanti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 gennaio 2023.

Al fine di alleviare l’impatto del caro energia sulle famiglie, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali istituisce un fondo con una dotazione di 100 milioni di euro per l’anno 2023. Il fondo è finalizzato a riconoscere un buono per l’acquisto di abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale, interregionale e ferroviario nazionale. Il buono copre al 100% la spesa per l’acquisto dell’abbonamento, fino a un massimo di 60 euro.

Il buono è destinato alle persone fisiche che nel 2022 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 20.000 euro.

Il nominativo del beneficiario è indicato sul buono, che può essere utilizzato per l’acquisto di un solo abbonamento. Il buono non può essere ceduto, non costituisce reddito imponibile per il beneficiario e non è incluso nel computo del valore dell’indicatore della situazione economica equivalente. La detrazione prevista dall’articolo 15, comma 1, lettera i-decies) del testo unico delle imposte sui redditi rimane applicabile alla spesa rimasta a carico del beneficiario del buono.

Decreto in Gazzetta Ufficiale 

WhatsApp
Telegram

Nuovi ambienti di apprendimento immersivi per le didattiche innovative proposti da MNEMOSINE – Ente riconosciuto dal Ministero Istruzione