Bonus trasporti 60 euro, nuovo click day il 1° novembre: tutte le info utili

WhatsApp
Telegram

Nuovo click day per il bonus trasporti. L’annuncio arriva direttamente dal Ministero del Lavoro, che ha fissato la procedura per mercoledì 1 novembre, a partire dalle ore 8:00.

La misura, come noto, è rivolta a cittadini con un reddito annuo non superiore ai 20.000 euro, e permette di ottenere un voucher fino a 60 euro per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico.

Il Bonus, destinato a chi ha dichiarato un reddito 2022 entro i 20mila euro, consiste in un voucher di massimo 60 euro utilizzabile per l’acquisto di abbonamenti mensili, pluri-mensili o annuali per i mezzi di trasporto pubblico. Va utilizzato entro il mese solare di emissione, ma è valido anche per periodi successivi. Per i minorenni, la richiesta deve essere effettuata dai genitori.

L’accesso alla piattaforma per la richiesta del bonus è regolamentato attraverso l’Identità digitale Spid e Cie. Al momento, il messaggio sul portale informa dell’impossibilità di procedere a causa dell’esaurimento delle risorse, preannunciando però la riapertura per il 1° novembre, ore 8:00, con l’assegnazione dei fondi residui non utilizzati nel mese di ottobre 2023.

Il decreto “Anticipi” ha stanziato ulteriori 35 milioni di euro, portando il montante totale del bonus a 147 milioni di euro. Martedì sera sarà effettuato un controllo sui bonus non riscattati o parzialmente utilizzati di ottobre, per redistribuire tale avanzo. Sebbene nell’ultima tornata fossero stati allocati solo 12 milioni aggiuntivi, esauriti in circa otto-nove ore, è realistico prevedere un esaurimento rapido anche dei nuovi fondi.

Con una dotazione di 35 milioni e considerando un “ticket medio” di 55 euro a voucher, emergono circa 640mila richieste ancora gestibili dalla piattaforma.

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Calderone, ha sottolineato l’importanza del Bonus Trasporti come aiuto tangibile per lavoratori e studenti, e come incentivo alla mobilità sostenibile. Con il rifinanziamento, si mira a supportare ulteriormente le fasce di popolazione a basso reddito che non hanno potuto beneficiare della misura nel corso del 2023.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri