Bonus trasporti 60 euro, nel 2024 si cambia: limitata ai possessori della social card. Limite reddito fissato a 15mila euro

WhatsApp
Telegram

Il Bonus Trasporti, una misura di supporto economico dagli utenti dei mezzi pubblici, ha subito cambiamenti che meritano attenzione. Il contributo, fissato a 60 euro e destinato all’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico e ferroviario, ha visto una restrizione nei criteri di eleggibilità per l’anno 2024.

Il criterio più significativo riguarda il limite reddituale, che determina l’accesso al bonus. Nel 2023, il bonus era disponibile per i possessori di un reddito fino a 20.000 euro. Quest’anno, invece, il limite è stato abbassato a 15.000 euro. La modifica restringe il gruppo di beneficiari, focalizzandosi su una fascia di popolazione con minori risorse economiche.

Un altro aspetto da sottolineare è l’obbligatorietà della card sociale “Dedicata a Te” per l’accesso al bonus. La card, già conosciuta in altri contesti di sostegno sociale, diventa uno strumento chiave per la distribuzione del bonus trasporti. L’inclusione di questo requisito mira a semplificare la procedura di erogazione e a garantire che il sostegno raggiunga effettivamente i destinatari più bisognosi.

Da un lato, il bonus trasporti continua a incentivare l’uso dei mezzi pubblici, contribuendo alla riduzione dell’inquinamento e del traffico nelle città. Dall’altro, il restringimento dei criteri di accesso potrebbe limitare il numero di persone che beneficiano di questo sostegno, sollevando questioni sull’accessibilità dei servizi di trasporto.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri