Bonus Terme, elenco delle strutture accreditate. 200 euro per ogni cittadino senza limite ISEE. Domande dall’8 novembre. TUTTE LE FAQ

WhatsApp
Telegram

Online la piattaforma gestita da Invitalia per consentire la registrazione degli stabilimenti termali che aderiranno al Bonus Terme.

cittadini potranno richiedere il contributo agli istituti termali prenotando i servizi a partire dall’8 novembre 2021, giorno del click day.

Il Bonus Terme consiste in uno sconto del 100% sul prezzo d’acquisto dei servizi termali (compresi quelli di wellness e beauty) prescelti, fino a un massimo di 200 euro, che potrà essere richiesto dai cittadini rivolgendosi direttamente agli stabilimenti termali che si saranno nel frattempo accreditati sulla piattaforma.  Se il servizio richiesto costa più di 200 euro, la parte eccedente è a carico del cittadino.

Ciascun cittadino maggiorenne potrà usufruire di un solo bonus, senza limiti di ISEE e senza limiti legati al nucleo familiare.

Le risorse messe a disposizione per la misura agevolativa sono pari a 53 milioni di euro. Si tratta di un intervento che mira anche a sostenere un settore particolarmente colpito dall’emergenza Covid.

Dopo l’avvio della piattaforma, sarà possibile consultare l’elenco degli stabilimenti termali accreditati che verrà pubblicato e aggiornato nelle sezioni dedicate presenti nei siti del Ministero dello Sviluppo economico e di Invitalia.

L’incentivo

Il “bonus terme” è un buono per l’acquisto di servizi termali destinato a tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia.

Il “bonus terme” è gestito da Invitalia per conto del Ministero Sviluppo Economico (MiSE), che ha istituito un fondo apposito, con Decreto del Ministero del 14 agosto 2020, e ha individuato i servizi termali ammissibili, ovvero qualsiasi prestazione erogata da un istituto termale accreditato, ad eccezione dei servizi di ristorazione e di ospitalità. I servizi includono pertanto sia prestazioni esenti Iva, sia prestazioni soggette a Iva.

I cittadini, per accedere al bonus, dovranno rivolgersi direttamente agli enti termali accreditati, il cui elenco sarà pubblicato, a partire dal 2 novembre, nella sezione del sito “Enti accreditati”.

L’importo massimo del bonus per ogni cittadino è di €200, erogato sotto forma di sconto in fattura.

Per i cittadini

I cittadini maggiorenni residenti in Italia possono beneficiare del bonus terme e ottenere dall’ente termale accreditato lo sconto in fattura, fino a un massimo di €200 a persona.

Il bonus può coprire il 100% del prezzo di acquisto dei servizi termali ammessi. Se il prezzo di acquisto dei servizi termali fosse superiore a €200, l’importo in più sarà a carico del cittadino.

Il cittadino interessato al bonus terme deve rivolgersi esclusivamente a uno degli enti termali accreditati, gli unici abilitati a effettuare la prenotazione.

Importante

  •  Il bonus è riservato ai cittadini maggiorenni residenti in Italia
  •  Il bonus non può essere concesso per servizi termali già a carico del SSN, di altri enti pubblici o oggetto di ulteriori benefici riconosciuti al cittadino
  • Il bonus non è cedibile a terzi, né a titolo gratuito né in cambio di un corrispettivo in denaro
  • Il bonus non costituisce reddito imponibile del cittadino che ne beneficia e non può essere calcolato nel valore dell’indicatore della situazione economica equivalente – ISEE di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159
  • Il bonus non può essere utilizzato per i servizi di ristorazione e ospitalità.

Domande & Risposte per i Cittadini

  1. In cosa consiste il bonus terme?
    Il bonus terme consiste in uno sconto del 100% sul prezzo d’acquisto dei servizi termali, fino a un massimo di 200 euro a persona. Il bonus è emesso a titolo individuale e pertanto non è cumulabile né cedibile. Va utilizzato interamente nello stesso centro termale presso cui è stato prenotato.
  2. A chi è destinato il bonus terme?
    Il bonus terme è destinato ai cittadini maggiorenni residenti in Italia. Ogni cittadino può richiedere il bonus presso uno (e uno solo) degli enti termali accreditati e utilizzarlo solo presso l’ente attraverso cui si è prenotato.
  3. Cosa si intende per “prenotazione preventiva” del bonus?
    Che il bonus va prima prenotato e poi fruito. Non può essere quindi rimborsato a posteriori.
  4. Quali sono i servizi termali ammessi al Bonus?
    È ammessa qualsiasi prestazione erogata da un ente termale accreditato, ad eccezione dei servizi di ristorazione e di ospitalità. I servizi ammessi includono trattamenti sanitari termali, esami diagnostici e visite specialistiche, trattamenti estetici e di benessere.
  5. Cosa deve fare il cittadino per prenotare il bonus?
    Per prenotare il bonus il cittadino si deve rivolgere esclusivamente agli enti termali accreditati, contattandoli preferibilmente via email o attraverso il sito internet; gli enti termali sono gli unici autorizzati ad accedere alla piattaforma per la prenotazione. Sarà pertanto l’ente termale a comunicare al cittadino la conferma della prenotazione, sulla base della capienza del fondo.
  6. Dove è pubblicata la lista aggiornata degli enti termali accreditati?
    La lista è pubblicata sul sito dedicato al bonus terme.
  7. Come fa il cittadino a ricevere la conferma dell’avvenuta prenotazione del bonus?
    È l’ente termale che invia al cittadino la conferma dell’avvenuta prenotazione.
  8. Quale data fa fede ai fini della validità del bonus?
    È la data di emissione del bonus stesso, che viene originata in automatico dalla piattaforma nel momento in cui l’ente termale ne far richiesta. Non è da considerarsi pertanto valida la data di invio del bonus al cittadino da parte dell’ente termale.
  9. L’elenco degli enti termali accreditati viene pubblicato tutto insieme?
    L’elenco degli enti termali accreditati sarà pubblicato l’8 novembre sul sito dedicato al bonus terme; successivamente verrà aggiornato dinamicamente, a mano a mano che gli enti completeranno la fase di accreditamento.
  10. Il cittadino quando può scegliere i servizi per i quali utilizzare il bonus?
    Il cittadino può scegliere i servizi, contattando l’ente termale prescelto, dopo che ha ottenuto dall’ente termale la prenotazione.
  11. Quanto tempo ha il cittadino per utilizzare il bonus?
    Il cittadino ha 60 giorni dalla data di emissione del bonus per iniziare a utilizzarlo e 45 giorni dall’inizio delle prestazioni per terminarle.
  12. Il cittadino può accedere alla piattaforma per prenotare il bonus invece che rivolgersi all’ente termale?
    No, l’unico modo per il cittadino per prenotare il bonus è rivolgersi a uno degli enti termali accreditati.
  13. Il cittadino può spendere anche di meno o di più rispetto al bonus prenotato?
    Si, se spende meno, la somma non utilizzata ritorna nel fondo; se spende di più, paga la differenza all’ente termale.
  14. Fino a quando i cittadini possono richiedere agli enti termali la prenotazione del bonus?
    I cittadini possono richiedere la prenotazione dei bonus fino a quando non si esauriscono i fondi. Le informazioni sulla dotazione del fondo sono pubblicate su questo sito.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia