Il bonus merito va assegnato anche ai docenti part-time e dell’organico potenziato. Quali eccezioni?

Stampa

A chiarilo una nota dell'USR Liguria diffusa in data 24 maggio a seguito di richiesta di chiarimento da parte dei Comitati di valutazione.

A chiarilo una nota dell'USR Liguria diffusa in data 24 maggio a seguito di richiesta di chiarimento da parte dei Comitati di valutazione.

La questione era, a nostro avviso, già chiara nella legge 107, quando al comma 128 si specifica che la somma "è destinata a valorizzare il merito del personale docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e ha natura di retribuzione accessoria”.

Secondo l'USR va da sè che "destinatario risulta essere tutto il personale “di ruolo”, cioè con incarico a tempo indeterminato, in servizio, quindi anche chi riveste particolari situazioni di stato, quali ad esempio, rapporto di lavoro a tempo parziale e/o titolarità su cattedre orario; i criteri e le modalità di attribuzione del bonus in tal caso sono di competenza del Comitato di Valutazione.

"Analogamente, – continua il chiarimento – destinatario del citato bonus è anche il personale docente neoassunto nel corrente anno scolastico, ivi compreso quello assunto in fase “C”, dell'organico potenziato, fatta eccezione per coloro che hanno chiesto il differimento, per i quali l’assunzione in ruolo risulta essere posticipata al 1 luglio 2016. Pertanto, per tale tipologia di personale, l’accesso al bonus, ovviamente subordinato alla conferma in ruolo, decorrerà da tale data."

Clicca l'immagine per ingrandirla

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur