Bonus merito? Serafini: incentiva ad entrare nelle grazie del preside. Valutazione docenti sia oggettiva

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Queste le parole di Elvira Serafini, neo segretario SNALS, che commenta un anno di assegnazione del bonus merito.

Secondo la Serafini, il modo di erogazione del bonus va rivisto. Infatti, l’assegnazione dei premi non ha criteri oggettivi, ma spinge i docenti ad “entrare nelle grazie” del dirigente per ottenerlo.

Più in generale, continua in un articolo apparso due giorni fa su ItaliaOggi, il sistema di valutazione dei docenti deve avvenire da soggetti competenti e in modo serio. Il pericolo è che i docenti “vengano condizionati in vista del parere che su di loro potrà essere espresso”.

Infine, il sistema di valutazione dei docenti deve prevedere anche “accelerazioni” di carriera, oltre che gli scatti di anzianità, “per la quale – afferma il segretario – siamo sempre stati favorevoli, perché l’esperienza è un valore indiscutibile.”

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare