Bonus merito, quanto spetta alla tua scuola. Attività retribuite con il Fondo miglioramento offerta formativa

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il CCNI stipulato il 1° agosto 2018 ha definito i criteri per la ripartizione delle somme del  “Fondo per il miglioramento  dell’offerta formativa”.

Fondo per il miglioramento  dell’offerta formativa

Il Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa è stato istituito dall’articolo 40 del CCNL 2016-18.

Si tratta di un fondo unico, in cui sono confluite le risorse destinate a retribuire: gli istituti contrattuali di cui agli articoli 9, 30, 33, 47, 62, 84, 86, 87 e 104 del CCNL2006/2009 del comparto scuola, come modificati dalle successive sequenze contrattuali (MOF); le risorse del bonus merito docenti; le risorse indicate nell’articolo 1 comma 592 della legge n. 205/2017 riguardante la valorizzazione della professionalità dei docenti”.

Le somme del Fondo sono pari a 818.738.000,00 euro.

Istituti contrattuali retribuiti con Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa

Riportiamo di seguito una tabella della Flc Cgil, in cui sono riportati i diversi istituti contrattuali retribuiti con il Fondo e i parametri per l’attribuzione delle risorse:

Valorizzazione docenti

Come si evince dalla tabella, l’80% dei fondi destinati alla valorizzazione del merito sono attribuiti alle scuole in base al numero di posti nell’organico dell’autonomia (posti di diritto e di fatto).

Il 20%, invece, sarà attribuito in base a:

  • numero di alunni disabili e stranieri;
  • numero di sedi in aree totalmente montane o in piccole isole;
  • numero medio di alunni per classe.

Foglio di calcolo

Pubblichiamo un foglio di calcolo della Flc Cgil utile a verificare i fondi assegnati.

Foglio calcolo

Versione stampabile
anief
soloformazione