Bonus per merito, non è necessario fare domanda. Sbagliano i dirigenti che la chiedono

di redazione
ipsef

Non è corretta la pratica avviata da alcune scuole circa l'assegnazione del bonus merito sui criteri definiti dal Comitato di valutazione.

Non è corretta la pratica avviata da alcune scuole circa l'assegnazione del bonus merito sui criteri definiti dal Comitato di valutazione.

Infatti, molte scuole hanno chiesto ai docenti di presentare domanda per partecipare all'attribuzione del merito.

Si tratta di una pratica scorretta, dato che il bonus rientra nel salario accessorio e nel comma 127 della legge 107 (riforma Buona scuola) si dice espressamente che il bonus viene assegnato dal dirigente sulla base di criteri fissati dal comitato di valutazione.

Di conseguenza, non a chi ne farà richiesta, ma a tutti i docenti della scuola che risultano già candidati, inclusi i docenti neoassunti e i docenti part-time, come precisato da una nota dell'USR Liguria

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione