Bonus merito docenti, ripartizione risorse: 80% in base all’organico, 20% in base ai fattori di complessità

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella giornata di ieri, si è svolto un incontro Miur -sindacati relativo alla ripartizione  delle risorse finalizzate alla valorizzazione professionale dei docenti, il cosiddetto bonus merito.

Contratto 2016/18

Il CCNL stipulato il 19 aprile u.s. ha previsto la piena contrattabilità delle risorse per il miglioramento dell’offerta formativa, cui affluiscono anche quelle per la valorizzazione.

Accordo Miur-Sindacati

Amministrazione e OO.SS., come ci comunicano i sindacati, hanno concordato di ripartire la disponibilità complessiva utilizzando come parametro la dotazione organica del personale docente di ogni scuola e non più, come finora avvenuto, il solo numero dei posti coperti da personale di ruolo.

L’accordo prevede, inoltre, che la ripartizione avverrà:

  • per l’80% in base all’organico del personale docente della scuola;
  • per il 20% in base ai fattori di complessità e di esposizione a rischio educativo.

L’accordo raggiunto sarà operativo già per il corrente anno scolastico e il Miur terrà conto dei succitati criteri di ripartizione nell’apposito decreto che sarà emanato.

Commento dei sindacati

Flc CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola RUA, come leggiamo nel comunicato inviatoci in redazione, valutano positivamente gli esiti di un incontro che, portando per la prima volta in attuazione l’istituto del confronto, conferma la bontà delle scelte operate col nuovo contratto, di cui si continuano a vedere i frutti.

Bonus merito, Bussetti: “daremo i soldi anche ai precari”

Bonus merito insegnanti, Bussetti non lo eliminerà. Qual è l’importo

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione