Bonus merito 2017/18, Miur assegna risorse alle scuole. Si possono premiare anche i precari

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministero ha iniziato ad assegnare alle scuole le risorse del bonus merito, la cui ripartizione avverrà sulla dell’intesa Miur-Sindacati siglata il 25 giugno 2018.

Verbale dell’Accordo

I fondi, come riferisce la Flc Cgil, potranno essere a disposizione delle scuole tra la fine di agosto e i primi di settembre.

Novità: bonus ai precari

Tra le novità, frutto del succitato accordo, la possibilità che il bonus venga assegnato anche ai docenti a tempo determinato, come sottolineato anche dal ministro Bussetti.

Ripartizione risorse bonus

Le risorse per il bonus sono ripartite secondo i criteri di seguito descritti:

  • nella misura dell’80% in proporzione al numero di posti relativi alla dotazione organica del personale docente di ogni scuola;
  • nella misura del 20% sulla base di fattori di complessità delle istituzioni scolastiche e delle aree soggette a maggiore rischio educativo.

Risorse disponibili

L’importo disponibile per il bonus passa da 200 milioni annui a 130 milioni nel 2018, mentre a regime sarà di 160 milioni, pari all’80% di quanto riconosciuto sino ad oggi. La cifra dovrà poi essere ripartita tra tutte le scuole.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione