Bonus merito 2015 agli insegnanti: il 20% ancora bloccato dal TAR. Per il 2016 forse più soldi

Le scuole aspettano ancora le somme residue del cosiddetto “bonus merito” relativo all’a.s. 2015/16. L’80% è stato infatti erogato durante i mesi scorsi, ma le somme sono ancora parziali.

 

Si attende infatti ancora la sentenza del TAR sul ricorso in cui si chiede l’estensione del bonus anche ai supplenti.

A ricevere il premio, nell’a.s. 2015/16, 247.872 docenti di ruolo, più di uno su tre. In linea generale la somma percepita da ciascun docente si aggira tra i 200 e i 1.800 euro, a seconda le scuole. Ognuna infatti ha ricevuta una somma di circa 23.000 euro, da dividere tra i destinatari secondo i criteri stabiliti dal comitato di valutazione.

In ogni caso, su questo punto della legge 107/2015, il Governo non ha alcuna intenzione di fare dietrofront, anzi l’obiettivo è incrementare i fondi per i docenti meritevoli. E’ emerso durante un’intervista al sottosegretario Toccafondi, ma non si conoscono ancora i particolari dell’operazione che potrebbe interessare i docenti che nel corso dell’anno scolastico hanno reso – secondo i criteri stabiliti dal Comitato – un servizio meritevole di premio.

Soldi che in alcuni casi sono stati spesi a favore della scuola stessa. Bonus merito: sempre più docenti lo utilizzano per acquistare materiale per la scuola

Segui il nuovo ciclo formativo Eurosofia: “Educazione civica, cittadinanza attiva e cultura della sostenibilità a scuola”