Bonus Maturità, il Ministro Carrozza: “Provvedimento ereditato. Bisogna semplificare”

di Lalla
ipsef

red – La pubblicazione degli intervalli di voti che consentiranno agli alunni diplomati nell’a.s. 2012/13 di avere dei punti bonus per accedere alle facoltà a numero chiuso, ha scatenato molte polemiche. Il Ministro lascia intendere una modifica, ma non spiega i dettagli dell’intervento. Intanto gli studenti sono chiamati a confrontarsi con la prova degli Esami di Stato, e a dare il massimo per ottenere un voto valido per il test.

red – La pubblicazione degli intervalli di voti che consentiranno agli alunni diplomati nell’a.s. 2012/13 di avere dei punti bonus per accedere alle facoltà a numero chiuso, ha scatenato molte polemiche. Il Ministro lascia intendere una modifica, ma non spiega i dettagli dell’intervento. Intanto gli studenti sono chiamati a confrontarsi con la prova degli Esami di Stato, e a dare il massimo per ottenere un voto valido per il test.

Il Ministro dell’Istruzione, intervenendo sul caso ha affermato "Sui bonus maturità ci sono molte discussioni, ma il mio obiettivo è quello di semplificare la normativa rispettando i principi".

Repubblica.it ha condotto uno studio in cui si dimostra che ad essere avvantaggiati dal meccanismo saranno le scuole non statali e gli studenti degli istituti tecnici a scapito dei liceali.

"Il Ministero dell’Istruzione è pieno di ricorsi e controversie" – prosegue il Ministro – alle quali si risponde superando i cavilli e provando a rendere il sistema più semplice.

I primi a protestare erano stati gli studenti stessi

Bonus Università: per gli studenti è discriminante: serve 80/100 ed equiparazione ai voti del 2011/12

Versione stampabile
anief anief
soloformazione