M5S, bonus docenti 500 euro: diamoli a chi ne ha davvero bisogno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I Senatori del M5S della Commissione Cultura sono intervenuti con diverse note sul bonus cultura destinato ai diciottenni e sul bonus docenti per l”autoformazione. Secondo i senatori l’esperimento è risultato fallimentare e bisognerà destinare le risorse ad altro.

Bonus diciottenni, M5S: trasformarlo da plafond per acquisti a strumento di accesso alla fruizione culturale

Oltre che del bonus cultura, i pentastellati hanno parlato anche del bonus di 500 euro per i docenti, stanziati per la formazione e l’aggiornamento degli stessi:

Spendere 200 milioni di euro l’anno per acquistare voti è indecente. Le mance elettorali inventate dal PD, non solo il bonus cultura per i neo maggiorenni ma anche quello per gli insegnanti, sono misure estemporanee e demagogiche che non hanno alcun effetto positivo a lungo termine, sono solo uno spreco di risorse preziose

Le risorse, proseguono i Senatori, andrebbero utilizzate per chi ne ha veramente bisogno:

“Se i milioni di euro destinati ad acquisti generici venissero investiti anche in attività educative e formative a beneficio di chi davvero ne ha bisogno, potremmo controllare la qualità delle esperienze culturali che vengono messe a disposizione dei giovani; inoltre creeremmo un circuito virtuoso nel quale soldi pubblici creano “fame di cultura” e quindi sviluppo sociale, professionale ed economico”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione