Bonus diciottenni, Federazione degli Studenti: no abolizione, sì a modifiche

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Federazione degli Studenti – La Federazione degli Studenti ha deciso di prendere una posizione in merito alle parole del neo Ministro dei Beni Culturali Bonisoli, il quale ha dichiarato di voler eliminare il bonus cultura per i diciottenni.

Questo il contenuto del post sulla pagina Facebook dell’associazione:

NON TAGLIATE 18APP: LAVORIAMO INSIEME PER MIGLIORARLA

“App18, il bonus da 550 euro per i diciottenni, vale 200 milioni: meglio far venire la fame di cultura ai giovani, facendoli rinunciare a un paio di scarpe”
Queste sono le parole del neo Ministro dei Beni Culturali Bonisoli.
Sono parole gravi: per la scelta politica di indicare come “spreco”, una delle prime cose da tagliare, un Bonus che prova ad avvicinare i giovani alla cultura; per la retorica pericolosa che usa.

Siamo passati da “incentivare la cultura tra i giovani, affamati di cultura” a “far venire la fame di cultura ai giovani, obbligandoli a scegliere tra cultura ed altro”. Da un aiuto economico che garantisce la libertà di scelta ai ragazzi per incentivare i loro interessi culturali, si torna ad obbligare alla scelta, rischiando di far ricadere sulle famiglie ulteriori costi da sostenere.
Sì, perché a pagarne le spese di questa scelta scellerata sarebbero i ragazzi e le famiglie: l’80% di 18App è stato usato per comprare libri, in molti casi anche testi scolastici, facendo risparmiare alle famiglie centinaia di euro.
Quindi, caro Ministro Bonisoli, incentivare la diffusione della cultura non è un sacrilegio.

Chiedere di scegliere tra spendere per un paio di scarpe e spendere per consumi culturali indica chiaramente due cose: che si è disposti a dichiarare di tutto, pur di annullare i provvedimenti precedenti (la invitiamo a cessare la “campagna elettorale”); che lei non capisce quanto sia stato importante questo Bonus per i ragazzi che ne hanno usufruito.
Faccia davvero un gesto di cambiamento, senza la retorica di rottura perenne, anche per i provvedimenti giusti: renda strutturale per legge 18App e costruisca, anche con noi, percorsi per ulteriori miglioramenti di questo servizio che ha avuto riscontri positivi tra i giovani.

La proposta della Federazione degli Studenti consiste quindi nel migliorare il bonus, convertendolo in legge, includendo altri servizi di cui poter fruire con i soldi del bonus, sentite le istanze degli studenti, ed inserendo il carattere della progressività, in modo che il bonus sia più consistente per le fasce di giovani economicamente più svantaggiate.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione