Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Bonus baby sitter: solo al settore privato e ad alcuni dipendenti pubblici

Bonus baby sitter, non spetta a tutti i dipendenti pubblici ma solo a quelli di determinati settori.

Con il Decreto Rilancio l’importo spettante con il bonus baby sitter passa da 600 a 1200 euro. Si tratta di un sussidio che è stato appositamente pensato per aiutare le famiglie con figli fino a 12 anni in un periodo che, con la scuola chiusa, sta provocando gravi problemi di gestione dei minori.

Il bonus oltre che per pagare la baby sitter può essere utilizzato anche per pagare le rette dei centri estivi.

Ma non a tutti i lavoratori spetta il bonus. Sul sito dell’INPS, infatti, è stato chiarito che l’importo spetta ai genitori

  • Che sono dipendenti nel settore privato
  • Che sono iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata INPS
  • Che sono lavoratori autonomi iscritti all’INPS
  • Che sono lavoratori autonomi iscritti alle casse previdenziali professionali.

Così come previsto nel decreto che ha istituito il bonus, in ogni caso, la somma spetta anche ad alcuni dipendenti del settore privato che hanno figli di età inferiore ai 12 anni, ma si tratta solo di dipendenti del settore sanitario quali

  • Medici
  • Infermieri
  • Tecnici di laboratorio biomedico
  • Operatori sociosanitari
  • Personale comparto sicurezza
  • Personale comparto difesa
  • Personale comparto soccorso pubblico

Il bonus baby sitter, quindi, che spetta a tutti i lavoratori del settore privato, per i dipendenti pubblici viene erogato solo a quei settori che sono stati determinanti durante la crisi sanitaria e che non hanno visto mai sospendere la propria attività lavorativa (non effettuabile, tra l’altro, in smart working).

Ricordiamo, infatti, che con il decreto Rilancio è stato specificato che i genitori di figli di età inferiore ai 14 anni possono richiedere, laddove possibile, di lavorare in smart working.

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia