Bonus assunzioni 2018 personale under 35: requisiti e modalità di accesso per le imprese

WhatsApp
Telegram

comunicato Cedan – Lo sgravio contributivo del 50% per assumere lavoratori fino a 35 anni di età potrà essere applicato sino al 31 dicembre 2018, questa è la maggiornovitàcontenuta all’interno della Legge di Bilancio 2018, successivamente a tale data tale agevolazione sarà riservata esclusivamente all’assunzione con contratto a tempo indeterminato di under 30.

Di seguito si riportano i requisitirichiesti per beneficiare del bonus per le assunzioni di under 35 nel 2018, importo dello sgravio contributivo e durata delle agevolazioni.

Bonus assunzioni 2018: agevolazioni per assunzioni di under 35

Per l’assunzione di personale con una età anagrafica inferiore ai 35 anni è previsto unosgravio contributivo del 50%.

Il bonus per assumere lavoratori fino a 35 anni di età è limitato esclusivamente per il 2018; a far data dal 1° gennaio 2019 l’agevolazione sarà riservata esclusivamente alle assunzioni di under 30.

Sarà previsto lo sgravio contributivo del 50% sui contributi previdenziali, ad esclusione di contributi e premi Inail, per un importo massimo di 3.250 euro all’anno e per una durata complessiva di tre anni, pari a 36 mesi.

Per poter usufruire di tale agevolazionecontributivaoccorreche vengano rispettati tali requisiti.

Requisiti lavoratori

  • non aver compiuto 35 anni di età;
  • non esser stati mai occupati con contratti di lavoro a tempo indeterminato.

A partire dal 1° gennaio 2019 e secondo quanto attualmente previsto dalla Legge di Bilancio 2018, il bonus per le assunzioni spetterà soltanto alle imprese che assumeranno lavoratori che non abbiano ancora compiuto 30 anni di età.

Quali imprese possono richiedere il bonus assunzioni 2018

Il bonus per le assunzioni di under 35 in vigore nel 2018 è richiedibile da tutti i datori di lavoro del settore privato.

E’ previsto che lo sgravio contributivo del 50% possa esser richiesto a condizione che nei sei mesi precedenti l’assunzione non siano stati effettuati licenziamenti individuali (all’interno dell’unità di allocazione)  per giustificato motivo oggettivo o licenziamenti collettivi nell’unità produttiva in cui si intende inserire il nuovo dipendente.

Quali sono le tipologie di contratto sulle quali si può richiedere il bonus.

La Legge di Bilancio 2018 dispone che i contratti sui quali potranno essere richiesti i bonus riguardano le seguenti tipologie di assunzione:

  • assunzione stabile con contratto a tempo indeterminato;
  • trasformazione a tempo indeterminato di contratto a termine;
  • prosecuzione di contratto di apprendistato professionalizzante a tempo indeterminato stabilita nel 2018 ma soltanto a condizione che il lavoratore non abbia compiuto il trentesimo anno di età alla data della prosecuzione.

Il bonus non è applicabile per le assunzioni di lavoratori domestici o per i contratti di apprendistato seppur avviati a partire dal 1° gennaio 2018.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur