Bonus asilo nido, aumento degli importi per il 2024: le novità previste dalla Legge di Bilancio

WhatsApp
Telegram

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge n. 213 apporta significative novità per il bilancio statale 2024-2026, con particolare attenzione al settore dell’istruzione e del sostegno alle famiglie.

Tra le misure più rilevanti, spicca il rifinanziamento del bonus asili nido per il 2024. Il bonus, una misura a favore delle famiglie, subisce un importante incremento. Per i nuclei con Isee fino a 40.000 euro, che accoglieranno un nuovo nato, il bonus aumenta di 2.100 euro, portando il massimale da 3.000 a 3.600 euro.

L’obiettivo dichiarato della misura è avvicinare le famiglie alla sostanziale gratuità degli asili nido, specialmente per i figli successivi al secondo. L’incremento delle risorse disponibili dovrebbe garantire un aumento dell’importo del contributo per le famiglie beneficiarie.

Ricordiamo che il bonus asilo nido è un contributo per sostenere le spese di iscrizione ai nidi. Attualmente, l’INPS eroga somme che variano da 1.500 a 3.000 euro, basate sul valore ISEE. Il bonus copre le rette di asili nido pubblici e privati autorizzati e supporta anche le forme di assistenza domiciliare per bambini fino ai tre anni affetti da gravi patologie croniche.

Cosa cambia nel 2024

L’aumento riguarda i nuclei familiari con figli nati dopo il 1° gennaio 2024, a condizione che nel nucleo familiare sia presente almeno un altro figlio di età inferiore a 10 anni e che l’ISEE non superi i 40mila euro.

Le risorse aggiuntive saranno così distribuite:

  • 600 euro annui con valore ISEE inferiore a 25.000 euro;
  • 1.100 euro per i nuclei familiari con valore ISEE compreso tra 25.000 e 40,000 euro.

In tal modo, la misura complessiva del buono diventa pari a 3.600 euro.

Per ottenere il nuovo massimale è necessario rispettare alcuni requisiti:

  • il figlio per cui si chiede l’agevolazione è nato dopo il 1° gennaio 2024;
  • nel nucleo familiare c’è già almeno un bambino di età inferiore a 10 anni;
  • il nucleo familiare ha un ISEE non superiore a 40.000 euro.

Per le famiglie che non rientrano in questa casistica, gli importi restano ancorati al valore della certificazione ISEE in corso di validità e sono così assegnati:

  • ISEE fino a 25.000 euro: 272,70 euro per 11 mensilità (totale 3.000 euro);
  • ISEE tra 25.001 a 40.000 euro: 227,20 per 11 mensilità (totale 2.500 euro);
  • ISEE superiore a 40.001 euro: 136,30 euro per 11 mensilità (1.500 euro).

Legge di Bilancio 2024 in Gazzetta Ufficiale: dai fondi per il rinnovo del contratto scuola ai docenti tutor. Le misure per l’istruzione

Per effettuare la richiesta, è sufficiente accedere al servizio online sul portale dell’Inps, accessibile con Identità Digitale SPID, CIE e CNS. Occorre avere:

  • denominazione e codice fiscale della struttura;
  • gli estremi del provvedimento autorizzativo;
  • le mensilità per le quali intende ottenere il beneficio (nell’anno a cui si riferisce il bonus);
  • la documentazione attestante il pagamento di almeno un mese di frequenza;
  • l’iscrizione al nido o l’avvenuto inserimento in graduatoria (nel caso di asili nido pubblici).

LEGGE DI BILANCIO [PDF]

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA