Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Bonus asilo nido 2021: non spetta se non si sostengono le spese

Stampa

Il bonus nido spetta solo quando le spese sono state effettivamente sostenute e solo a copertura dell’importo sostenuto.

Il bonus asilo nido è un aiuto per le famiglie che pagano le retta di frequenza dell’asilo nido per i propri figli con età compresa tra zero e tre anni. Il bonus può essere richiesto o per sostenere le rette dell’asilo nido o per il supporto al bambino presso la propria abitazione nel caso sia impossibilitato per gravi patologie a frequentate il nido.

Rispondiamo alla domanda di una nostra lettrice che ci chiede:

Salve avrei bisogno di sapere come funziona il bonus nido io ne ho diritto perché non ho reddito .Ho un bambino di 14 mesi abito a Catania vorrei sapere anche le strutture in cui lo potrei portare se c’è anche un numero in cui mi posso rivolgere grazie in anticipo.

Bonus asilo nido 2021

La domanda di bonus deve essere presentata dal genitore che sostiene materialmente l’onere di pagamento delle rette dell’asilo nido. Nella domanda si devono indicare gli effettivi mesi di frequenza scolastica nel periodo compreso tra gennaio e dicembre 2021.

In ogni caso per ottenere il contributo, seppur si presenti domanda per il diritto anche prima, è necessario presentare la documentazione che dimostri l’avvenuto pagamento delle rette. Per quelle che non sono state ancora sostenute è necessario, poi, presentare la documentazione entro la fine del mese di riferimento (o in ogni caso entro aprile 2022).

Il beneficio è riconosciuto per la frequenza di asili nido pubblici o privati. Si parla di asili nido autorizzati poichè si intendono tutte le strutture che abbiano ottenuto l’autorizzazione all’apertura e al funzionamento da parte dell’ente competente.  Sono escluse dal contributo, in ogni caso, tutte le spese sostenute per servizi integrativi come ludoteche, pre e post scuola, spazi gioco ecc…

In ogni caso può rivolgersi all’INPS per avere maggiori informazioni sulle strutture che rientrano nel beneficio.

Per il 2021 spetta un importo massimo fino a :

  • 3000 euro per famiglie con ISEE fino a 20mila euro
  • 2500 euro per famiglie con ISEE fino a 40mila euro
  • 1500 euro per famiglie con ISEE dai 40mila euro in su.

E’ bene specificare, però, che gli importo sopra indicati, non vengono corrisposti interamente ma solo a copertura delle spese realmente sostenute per la frequenza scolastica del bambino. Il bonus, infatti, va riparamentrato, in base all’importo spettante, su 12 mesi e erogato, poi, solo per i mesi di effettiva frequenza scolastica. L’importo intero, quindi, spetta solo per la frequenza di tutti i 12 mesi dell’anno al nido.

Nel suo caso, quindi, se dovesse spettare il contributo di 3000 euro e dovesse iscrivere suo figlio al nido per i mesi di ottobre, novembre e dicembre, spetterebbe un bonus pari a 750 euro per i tre mesi.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!