Bonus 500 non necessario, risorse andavano destinate all’edilizia: così il sindaco di Miane

WhatsApp
Telegram

Il sindaco di Miane (Treviso) ha criticato fortemente la politica del Governo sulla scuola, ritenendo non fondamentale per la qualità dell’insegnamento il bonus di 500 euro concesso ai docenti per la loro formazione e auto aggiornamento.

Le critiche del sindaco Angela Colmellere nascono dalle condizioni gravose dell’edilizia scolastica e dall’impossibilità per i sindaci di intervenire a causa della mancanza delle necessarie risorse.

Queste, come apprendiamo dall’Ansa, le parole della Colmellere: “Da quest’anno il Governo ha accreditato 500 euro ad ogni docente, che può comperare determinato materiale didattico registrandosi ad un portale nazionale in cui si acquista in modo tracciabile – spiega -. Si tratta, a mio giudizio, di un intervento non fondamentale per la qualità dell’insegnamento, penalizzata sia dalle cattedre non ancora  assegnate in modo definitivo, sia soprattutto dallo stato fatiscente e non sicuro degli immobili. Quello sarebbe stato il canale giusto in cui investire, non certo l’ennesimo bonus insoddisfacente, inutile e costoso per le casse dello Stato”.

Il sindaco, dunque, non risparmia critiche nemmeno riguardo alla carenza di docenti e alle numerose cattedre scoperte da assegnare ai supplenti.

La Colmellere ha proseguito affermando che, se il bonus di 500 euro fosse stato destinato alle scuole per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, sarebbe stato più utile anche se meno propagandistico.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur