Bonus 500 euro, somme residue 2016/17 da spendere entro due anni. A dicembre saranno sommate alle somme 2017/18

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella mattinata odierna, si è svolto un incontro Miur-Sindacati avente per oggetto il bonus di 500 euro per la formazione e l’aggiornamento per l’a.s. 2017/18.

I rappresentanti del Miur hanno illustrato ai sindacati il monitoraggio su: registrazioni, accessi al sito, somme utilizzate nell’a.s. 2016/17 e nei primi mesi del 2017/18.

Nel corso dell’incontro, come riferito dalla Gilda, si è affrontato il tema dei ritardi relativi all’accreditamento delle somme residue dello scorso anno scolastico che, stando all’avviso pubblicato sul sito dedicato, dovrebbero essere disponibili nel mese di dicembre.

Bonus 500 euro docenti: somme residue dello scorso anno a dicembre, ancora possibile registrarsi

Il ritardo suddetto, come abbiamo evidenziato, crea delle difficoltà a quei docenti che intendono iscriversi a dei corsi di formazione, il cui costo risulta essere superiore a 500 euro, per cui devono al momento sostenere di tasca propria la spesa residua.

L’Amministrazione ha riferito alle OOSS che i ritardi sono da imputare a problemi legati alla contabilità generale dello Stato. Tali problematiche condurranno probabilmente a prevedere l’uso delle somme entro due anni dal loro stanziamento.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare