Bonus 500 euro, quale modello utilizzare. Su rendicontazione sindacati convocati il 6 settembre

Stampa

Il 29 agosto u.s., il Miur ha emanato la nota n. 12228 con la quale ha fornito indicazioni su come rendicontare le spese sostenute dai docenti con il bonus di 500, euro, spostando inoltre il termine per la presentazione della documentazione al 15 ottobre.

Il 29 agosto u.s., il Miur ha emanato la nota n. 12228 con la quale ha fornito indicazioni su come rendicontare le spese sostenute dai docenti con il bonus di 500, euro, spostando inoltre il termine per la presentazione della documentazione al 15 ottobre.

Nella citata nota, vengono indicate le modalità di rendicontazione, ma non viene fornita alcuna indicazione sulle spese ammissibili, aspetto questo richiesto più volte da scuole e docenti. Pertanto alla nota sono seguite le proteste dei sindacati, come ad esempio la Gilda secondo cui “La nota del Miur sulla rendicontazione dei 500 euro della Carta del Docente non fornisce alcun chiarimento circa le spese ammissibili e rischia di creare ulteriore confusione”.

Apprendiamo in data odierna che, nonostante sia stata emanata la suddetta nota, il Miur ha deciso di convocare i sindacati per discutere sulle modalità di rendicontazione del bonus suddetto e su quale modello utilizzare (ricordiamo che allegati alla nota Miur del 29 agosto sono due modelli di rendicontazione).

La convocazione è fissata per il 6 settembre p.v.

La Flc Cgil, riguardo ai modelli di rendicontazione, suggerisce alle scuole di non rimettere mano al lavoro già fatto e di non considerare vincolante l'uso del fac simile inviato dal MIUR
 

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur