Bonus 500 euro docenti potrebbe essere ridotto, la causa non i tagli ma le prossime assunzioni. Vediamo perché

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

I docenti possono far conto sul bonus da 500 euro. E’ quanto contenuto nei documenti sulla spending review, ma non c’è da stare troppo sereni. Infatti, con un aumento non previsto del personale docente di ruolo in servizio, l’ammontare del bonus potrebbe comportare una riduzione dell’importo.

Lo riporta il Fatto Quotidiano che conti alla mano ha analizzato i decreti interministeriali. Il bonus è andato a 752 mila docenti e ha avuto un peso sulle casse pubbliche pari a 376 milioni di euro.

Una cifra che i docenti hanno destinato nella maggior parte dei casi all’acquisto di pc e tablet, ma anche alla formazione.

Come già scritto in precedenza, con il bonus è possibile acquistare libri,  accedere a musei, spettacoli teatrali e altri eventi culturali, proprio in virtù dell’aggiornamento professionale.

A favore del mantenimento di questa misura si era espresso qualche giorno fa anche Mario Pittoni, responsabile scuola della Lega, il cui nome è sempre stato in corsa per il Ministero dell’Istruzione.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione