Bonus 500 euro, Miur non paga e alcuni esercenti non accettano più buoni

Stampa

Ci arrivano alcune segnalazioni sul malfunzionamento di tutta la procedura per l’utilizzo dei 500 euro a disposizione dei docenti di ruolo delle scuole statali da destinare alla formazione e all’autoaggiornamento.

In particolare sembra che alcuni esercenti che avevano aderito al sistema già lo scorso anno, stanchi di attendere di ricevere il credito cumulato finora, non vogliono più accettare nuovi buoni fino a quando la situazione non sarà sanata.

Bonus 500 euro, esercenti non si fidano perchè temono di non essere rimborsati. Lettera

Nel nostro forum la segnalazione relativa alla catena Euronics

Euronics non accetta più buoni!

Naturalmente si tratta di segnalazioni che vanno opportunamente verificate con il singolo esercente.

A ciò si aggiunge il fatto che i soldi spesi dai docenti nel periodo 1° settembre – 30 novembre 2016, prima dell’apertura della piattaforma, non possono ancora essere rimborsati dalle segreterie scolastiche che non hanno ricevuto istruzioni in merito

Bonus 500 euro: le scuole non possono ancora restituire i soldi spesi prima del 30 novembre

Una situazione di stallo, mentre in qualche scuola si chiede ai docenti se ritengono che le attività di formazione obbligatoria debbano essere retribuite attingendo proprio alla Card del docente.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!