Bonus 500 euro, in arrivo chiarimenti. Attendere card e piattaforma prima di spendere, come funzionerà

di Anselmo Penna
ipsef

In arrivo, se non oggi in questi giorni, una nota di chiarimento ministeriale sul bonus 500 euro per l’autoformazione dei docenti. Confermiamo il consiglio di attendere prima di spendere il bonus.

Nessun versamento sul conto corrente dei docenti quest’anno, era già notizia presente nella circolare sulla rendicontazione e questa mattina ci è stato confermato. Il Ministero si appresta ad erogare una carta elettronica che sarà consegnata ai docenti e potrà essere utilizzata su una piattaforma ad hoc.

Verrà dato seguito, quindi, a quanto contenuto nel piano di formazione dei docenti e nella stessa legge 107 che indicava quale metodo di spesa del bonus la Card.

Appena la piattaforma sarà online, i docenti potranno registrarsi e per mezzo di essa potranno effettuare le spese per l’autoaggiornamento. In questo modo si velocizzeranno le operazioni di controllo delle spese, sgravando le segreterie di lavoro e monitorando anche il corretto utilizzo. Formazione obbligatoria, 500 euro spendibili in piattaforma gestita da Ministero. Taglio ad enti accreditati?

Sarà possibile anche monitorare la qualità delle spese e l’integrazione con il portfolio del docente. Docenti giudicati su come spenderanno i 500 euro per formazione? Sarà voce nel portfolio individuale

Confermiamo quanto consigliato dalla nostra redazione la settimana scorsa, di attendere l’erogazione della carta prima di spendere la cifra. Consiglio derivante da un incontro tra sindacati e Ministero la settimana scorsa.

Bonus 500 euro formazione, non si può utilizzare se prima non arriva Carta elettronica

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione