Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Bonus 500 euro: il docente in pensione dal 1° settembre 2020 dovrà spenderlo entro il 31 agosto 2020

Stampa

Il docente prossimo alla pensione con decorrenza 1° settembre 2020 non potrà utilizzare il bonus di 500 euro nell’anno scolastico 2020/21. Dovrà spenderlo entro il 31 agosto 2020

Una lettrice ci scrive:

Sono un’insegnante di scuola secondaria di primo grado, avrei due domande da fare, siccome non ho ancora usufruito del bonus da 500euro di quest’anno e dal primo settembre sarò in pensione entro quando posso spenderlo? Poi vorrei sapere se una volta andata in pensione ne avrò ancora diritto

Il  bonus di 500 euro viene attribuito annualmente ai docenti di ruolo delle scuole statali, anche neoimmessi in ruolo o con contratto part time.

Si tratta di una cifra resa disponibile nella piattaforma ministeriale “Carta del Docente”, con la quale, attraverso buoni  spesa, generati dall’applicazione web dedicata, è possibile acquistare i  beni e i servizi utili per l’autoaggiornamento e formazione, come indicati nel sempre valido DPCM 28 novembre 2016

Cosa è possibile acquistare

Il bonus e’ utilizzabile per acquisti presso le strutture, gli esercenti e gli enti accreditati dal Ministero dell’istruzione .

I buoni generati possono essere spesi per  l’acquisto dei seguenti beni e servizi, come indicati nell’art.6 del succitato DPCM:

a)libri e testi, anche in formato digitale, pubblicazioni eriviste comunque utili all’aggiornamento professionale;

b)hardware e software;

c)iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università’ e della ricerca; laurea, di laurea magistrale,

d) iscrizione a corsi di specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;

e)titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;

f)titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;

g) iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015

Beneficiari del bonus

Come esplicitato nell’art.3 del succitato Decreto, il bonus di 500 euro  è assegnato “ai docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute di cui all’articolo 514 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modificazioni, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all’estero, delle scuole militari

Il bonus non spetta più ai docenti in pensione

Il bonus di 500 euro non spetta più ai docente che vanno in pensione, a decorrere dall’anno scolastico in cui cessano il servizio

Come chiarisce, infatti, il comma 2 del succitato art.3, “La Carta non è più fruibile all’atto della cessazione dal servizio

Conclusioni

La nostra lettrice, in pensione con decorrenza 1° settembre 2020, non potrà più utilizzare il bonus di 500 euro il prossimo anno scolastico in cui risulterà in pensione e questo anche se la cifra è stata messa a disposizione per il corrente anno scolastico 2019/20.

La docente, infatti, a decorrere dal 1° settembre, non avrà più la possibilità di generare i buoni nella piattaforma ministeriale “Carta del docente”, in quanto per lei in pensione le funzionalità della piattaforma saranno disattivate.

Se non utilizzerà il bonus entro il corrente anno scolastico, quindi entro il 31 agosto 2020, perderà quindi la cifra non spesa messa a sua disposizione per l’anno scolastico in corso. Nel suo caso perderà l’intero importo del bonus, cioè 500 euro, quindi è consigliabile provvedere in tempi brevi al suo utilizzo

 

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!