Bonus 500 euro e spesa per fotocopie. Una petizione chiede che si possano comprare cartucce e stampanti

 Su Change.org è stata inserita una petizione di Luigi Saso, da Palermo, che ha raccolto ben più di 1400 firme, che chiede perché i docenti non possano spendere i 500 euro per stampanti, cartucce e carta per le fotocopiatrici.

Lo segnala Skuola.net.

 Su Change.org è stata inserita una petizione di Luigi Saso, da Palermo, che ha raccolto ben più di 1400 firme, che chiede perché i docenti non possano spendere i 500 euro per stampanti, cartucce e carta per le fotocopiatrici.

Lo segnala Skuola.net.

"Poiché tutte le scuole d'Italia non hanno i soldi necessari per l'acquisto della carta e delle fotocopiatrici – si legge su change.org – gli insegnanti sono costretti a stampare la quasi totalità delle verifiche e tutto il materiale didattico a casa propria, con la propria stampante e utilizzando carta e cartucce comprate con i propri soldi. Visto che per l'anno scolastico 2015-2016 è stato dato ai docenti un bonus di 500 euro da spendere per la didattica, non si capisce perché lo stesso non risulti spendibile per l'acquisto di stampanti, carta e toner che tutti i docenti utilizzano giornalmente a proprie spese, dovendo coprire le mancanze delle scuole in cui esercitano la loro professione".

Con i 500 euro di bonus non è possibile comprare le componenti parziali dei dispositivi elettronici, come toner cartucce, stampanti, pennette usb, videocamere, fotocamere e videoproiettori". E allora bene il bonus di 500 euro per gli insegnanti, ma che ci siano anche le fotocopie dentro. 

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste