Bonus 500 euro docenti del 2016, dov’è scomparso?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Questa una delle domande più frequenti posta in redazione in questi giorni. Il 14 settembre infatti sulla piattaforma http://cartadeldocente.istruzione.it sono stati accreditati ai docenti di ruolo i 500 euro spendibili per l’autoformazione e l’aggiornamento professionale.

In quella giornata lo stupore dei docenti è stato grande, in quanto inaspettatamente sono “scomparsi” i soldi non spesi del bonus 500 euro che, da normativa [DPCM 28 novembre 2016] vanno cumulati con quelli dell’anno successivo.

Ma nella stessa giornata il Ministero ha messo “gli animi a tacere” precisando – e ancora oggi risulta scritto sulla piattaforma – che le eventuali somme residue o bonus già generati ma ancora non spesi sarebbero state inseriti nuovamente entro fine ottobre.

Oggi è sabato 28 ottobre e i docenti temono che ciò potrà effettivamente avvenire entro il 31, martedì. Ma la sicurezza l’avremo solo la prossima settimana, al momento diamo ancora il beneficio del dubbio.

Il disagio è creato però dal fatto che comunicare con il centro assistenza non è semplice, non esistendo un contatto mail, mentre il centralino molto spesso è occupato.

I docenti chiedono rassicurazioni, anche perché molti dei corsi utili per l’a.s. 2017/18 sono in scadenza in questi giorni, per cui sarebbe necessario avere delle tempistiche ben precise. Non c’è infatti alcuna rassicurazione che i soldi relativi al bonus 2016717, spesi di tasca propria, possano essere restituiti, come accaduto per le somme spese tra il 1° settembre e il 30 novembre 2016.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare