Bonus 500 euro, docente sospeso non può utilizzarlo. Cosa fa la scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Carta docente bonus 500 euro: docenti sospesi per motivi disciplinari non possono utilizzarla. Cosa deve fare la scuola.

Carta docente e sospensione per motivi disciplinari

L’articolo 9 del DPCM 28 novembre 2016 dispone che al docente sospeso per motivi disciplinari è  vietato l’utilizzo della Carta e l’importo di 500 euro non può essere assegnato nel corso degli anni scolastici in cui interviene la sospensione.

Nel caso la sospensione sia stata comminata successivamente all’assegnazione dei 500 euro, la somma è recuperata a valere sulle risorse disponibili sulla Carta. Qualora il docente abbia già speso le somme, in parte o in tutto, il recupero avverrà sull’assegnazione dell’anno scolastico di ripristino del beneficio.

Cosa devono fare le scuole

Al riguardo, ci rifacciamo ad una nota pubblicata dall’USR Piemonte, secondo cui la scuola ha il solo compito di acquisire in SIDI i dati relativi alla sospensione dal servizio del docente destinatario della sanzione.

Per acquisire le sanzioni, leggiamo nella suddetta nota, si deve operare in: Gestione Giuridica e Retributiva Contratti Scuola => Variazione di stato giuridico => Assenze => Inserimento Assenze.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione