Bonus 500 euro del 2015/16: si restituiranno somme non spese entro 31 agosto 2017

WhatsApp
Telegram

Abbiamo anticipato ieri che il nuovo DPCM sul bonus di 500 euro, trasformato in “borsellino elettronico” per l’a.s. 2016/17 conterrà anche delle novità circa le somme residue dell’a.s. 2015/16.

Contrariamente a quanto affermato lo scorso anno infatti le somme residue del bonus dell’a.s. 2015/16 si sommano al nuovo bonus di 500 euro. Quindi potrà esserci anche chi avrà ben 1000 euro a disposizione.

Attenzione però alla somma dell’a.s. 2015/16: essa andrà spesa perentoriamente entro il 31 agosto 2017, altrimenti dovrà essere restituita.

Questa è anche una risposta indiretta a quanti lo scorso anno lamentavano l’impossibilità di restituzione della somma, in quanto liquidata attraverso il cedolino. Con la stessa modalità, se il bonus non sarà stato speso o non sarà stato interamente speso, verrà ripreso dal Ministero. Attenzione: facciamo riferimento esclusivamente alle somme relative all’a.s. 2015/16, poichè quelle del 2016/17 si trovano invece nel borsellino.

La rendicontazione di queste spese – diversamente rispetto al sistema per l’a.s. 2016/17 – continueranno ad essere rendicontate alla segreteria scolastica, quindi con modello cartaceo e scontrini e fatture come pezze giustificative d’appoggio.

Questo è quanto il Ministero ha anticipato ai sindacati; attendiamo di leggere il nuovo DPCM, che dovrebbe essere approvato dal Consiglio dei Ministri del 24 novembre e firmato nella stessa giornata.

Bonus 500 euro. Come funzionerà la piattaforma per gli acquisti, prime anticipazioni

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro