Bonus 500 euro ai diciottenni, Bonisoli vuole eliminarlo. PD: irresponsabile

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli intende togliere il bonus cultura ai diciottenni – la 18app, 550 euro in buoni da spendere.

Il ministro ha affermato:” “Vale 200 milioni, meglio far venire la fame di cultura ai giovani, facendoli rinunciare a un paio di scarpe”.

L’annuncio ha scatenato le proteste del PD, in particolare della Ascani, come racconta Repubblica.

“Il ministro – dice l’Ascani – persevera in un atteggiamento irresponsabile e svilente nei confronti di 18app, ma soprattutto dei nostri giovani. È delirante arrivare a dire che sarebbe più educativa per un ragazzo la rinuncia a un paio di scarpe per permettersi i consumi di cultura che avere 18app. Come se tutti i ragazzi in questo Paese potessero permettersi i consumi culturali, come se non fosse responsabilità pubblica educare alla cultura”.

“Il sospetto – aggiunge Ascani – è che il ministro Bonisoli cerchi goffamente un motivo qualsiasi per tagliare i fondi a 18app, visto che il suo partito ha promesso ingenti tagli delle tasse fortemente classisti. Bonisoli e la Lega abbiano il coraggio di dire questo, invece che sperticarsi in penose lezioni paternalistiche su come si educherebbero i ragazzi alla cultura – dice Ascani – sul mantenimento di 18app il Pd darà battaglia insieme al mondo della cultura e ai tanti ragazzi e ragazze che per la prima volta hanno visto un governo scommettere su di loro. E che ora dovrebbero pagare il costo delle promesse irrealizzabili della coppia Salvini – Di Maio”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione